Come recuperare spazio durante la ristrutturazione di una casa

CaTurin Ristrutturazione Torino Arredamento Torino Traslochi Casa Articolo Settembre

Settembre è arrivato, il rientro dalle vacanze è sempre pieno pieni di buoni propositi e di energia, e questo è uno dei mesi dell’anno in cui il mercato immobiliare è in grande fermento.

C’è chi vuole comprare una casa nuova, chi semplicemente curiosa e chi si informa per ristrutturare la propria abitazione.

Qualcuno può permettersi case dalle grandi metrature, altri invece si devono accontentare di appartamenti poco più grandi di 50/70 mq, a volte anche più piccoli, insomma è importante sapere che tutti possiamo apportare delle modifiche per migliorare i nostri spazi, e anche con piccole metrature si può ristrutturare e arredare una casa in modo che lo spazio non sia più un problema.

La ristrutturazione 

Una dei primi aspetti da valutare sono i pro e i contro del ristrutturare una casa: un modo pratico è annotarli in un foglio per averli sempre bene in mente, ma soprattutto capire quali siano le priorità, cosa si può mantenere della vecchia struttura e cosa, invece, modificare completamente.

Dopodiché bisogna occuparsi degli impianti, avere chiara la collocazione di prese elettriche, attacchi idraulici e luci in funzione dell’arredo che verrà collocato è fondamentale per evitare di dover poi rinunciare a qualcosa o, ancora peggio, dover rifare dei lavori o, anche solo, avere prese volanti e cavi che corrono per la casa.

Il consiglio è quelli di rivolgersi sempre a dei professionisti in grado di analizzare a 360° lo spazio e il suo completamento per proporre la soluzione migliore.

I pavimenti per recuperare spazio in casa

Con metrature particolarmente ridotte uno dei tanti aspetti che si possono valutare per ottimizzare lo spazio sono i pavimenti:  con dei rialzi o scalini si può sfruttare uno spazio verticale a cui non avevamo pensato.

Nelle camerette possiamo utilizzare lo spazio sotto il letto con elementi contenitori, nei bagni si possono sfruttare tutti gli spazi nell’intorno della vasca, che sono utili per riporre oggetti.

Infine, si possono sfruttare eventuali altezze e inserire dei ripiani intorno alle aperture o nei punti di passaggio, come corridoio o ingresso, oppure creare dei contro soffitti che si prestano ad essere utilizzati come elemento contenitore di oggetti di uso non quotidiano, ma molto ingombranti (come ad esempio le valigie).

 

Infissi e serramenti funzionali ai piccoli spazi

A volte l’apertura degli infissi e la loro posizione ci costringono a sacrificare spazio, ma esistono degli infissi e dei serramenti che possono ovviare questo problema.

Sicuramente a farla da padrone in questo ambito sono le porte scorrevoli, ottime per separare la casa dal giardino, dal balcone o dal terrazzo, ma possiamo adottare le porte scorrevoli anche all’interno dell’appartamento, solitamente usate nei bagni o per separare la cucina dalla zona living.

Quando, invece, non è possibile utilizzare il muro, come nel caso delle porte a scomparse interne, le note porte a soffietto sono l’ideale, perché grazie al loro meccanismo pieghevole consentono di recuperare molto spazio.

Nel caso delle finestre invece il consiglio è di utilizzare  dei supporti con apertura a bilicoscorrevoli o a ribalta che garantiscono una buona ventilazione con il minimo impiego di spazio.

L’arredamento giusto per recuperare spazio in casa

Per risparmiare spazio l’arredamento la fa da padrone.

Letti a scomparsa, tavoli pieghevoli e molto altro.
Gli armadi o le librerie fatte su misura permettono di sfruttare le pareti disponibili e, soprattutto giocare con l’altezza dei soffitti.

Esistono inoltre soluzioni trasformabili che consentono di ricavare spazi insospettabili, come ad esempio i tavoli estraibili nelle cucine, zone home office nel soggiorno, letti pouf che regalano spazi laddove pensavamo fosse impossibile ricavarne.

Sottotetto: come sfruttare gli spazi

Se la vostra nuova casa ha un sottotetto, i modi per risparmiare spazio sono molteplici, ma prima di ogni cosa bisogna sapere che le leggi regionali hanno modificato la normativa nazionale, fissando un nuovo parametro riguardante l’altezza minima.
Per evitare problemi di questo tipo, la prima soluzione che consigliamo è quella di sfruttare gli spazi meno vivibili come ripostigli.

Inoltre, quando è possibile, una soluzione funzionale per i sottotetti è ricavare all’interno della sagoma del tetto dei terrazzini a vasca; oppure sfondare il solaio intermedio in modo da creare un gioco di doppia altezza che garantisce diversi vantaggi: l’ingresso di molta luce, un’importante dinamicità dei volumi e un buon ricambio d’aria.

In ogni caso è sempre importante ragionare sulle planimetrie, perché è possibile lavorare sotto molti aspetti per rendere ancora più vivibili gli spazi e con questi piccoli consigli non importa quanto grande sia la vostra casa, ma solo il vostro gusto e la vostra personalità.

C’è qualche consiglio che vorreste per la vostra casa?
Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni, i nostri professionisti vi aiuteranno per ogni vostra esigenza.

Contattaci per informazioni o per un preventivo

Buon rientro dalle vacanze e ci vediamo al prossimo articolo!

Seguiteci su Facebook per rimanere aggiornati sulle novità per la vostre case!

 

 

 

 

 

Condividi questa notizia
Altri articoli

Loft e Open Space

Come affrontare una casa con grandi spazi aperti Nello penultimo articolo vi abbiamo parlato di come ristrutturare e arredare una casa dalle piccole dimensioni. Oggi…